Ass. Santa Teresa

Logo Santa Teresa


L’associazione C.A.N. Santa Teresa, dal 1994 svolge attività di aiuto e accoglienza a persone in stato di bisogno, senza dimora, a rischio di esclusione sociale.

Dal 2004 al 2012 presso i locali di via Aravecchia 74 ha gestito il centro di accoglienza notturna “Don Mauro Stragiotti” dando alloggio e colazione a 20 persone al giorno senza dimora. Nel 2012, grazie ad un progetto CEI 8xmille e ad un lascito della fu professoressa Maria Luisa Campi, il centro di accoglienza notturna si è potuto spostare negli attuali locali in Piazza Aldo Moro 147, dando alloggio a 24 persone al giorno, e aggiungendo il servizio cena. Accogliamo uomini, adulti, senza casa e in forte disagio sociale a causa di: perdita del lavoro, nessuna rete parentale o amicale di supporto, separazioni, povertà culturale.

L’associazione nell’ultimo anno si è impegnata sempre più fortemente nella lotta all’esclusione sociale e alla perdita della casa, attivandosi in un progetto che ha dato accoglienza a 9 famiglie sfrattate che diversamente avrebbero visto il nucleo dividersi pur di non dormire per strada.

Oltre ai progetti di accoglienza, l’associazione, da quest’anno, è impegnata anche in un’attività formativa per assistenti famigliari e badanti, per aiutare le persone che ogni giorno afferiscono ai centri di ascolto Caritas a riqualificarsi per potersi reinserire nel mercato del lavoro.

Tutti i componenti del consiglio direttivo ed i soci dell’Associazione di volontariato C.A.N. Santa Teresa, prestano il loro servizio in modo volontario e gratuito.


Ingresso

Il CAN (Centro di Accoglienza Notturno) è ubicato all'interno dell'ex Convento di Biliemme,  Corso Salamano 147, accanto all'omonimo cimitero della città di Vercelli.

Piazzale

Il piazzale d'accesso al CAN è condiviso con l'ingresso principale del Cimitero vercellese e la Chiesa di Biliemme.

Don Mauro Stragiotti

Il Centro di Accoglienza Notturno è dedicato alla memoria di Don Mauro Stragiotti, storico Direttore della nostra Caritas ,tornato alla casa del Padre nel 2001, e della dottoressa Maria Luisa Campi, il cui lascito testamentario ha reso possibile i lavori di ristrutturazione.

Reception

All'ingresso un operatore effettua i dovuti controlli e si occupa dell'accoglienza degli ospiti durante tutto l'orario di apertura del dormitorio. Al piano terreno inoltre si trovano gli uffici e la lavanderia a cui gli ospiti possono accedere.

Scale

Al primo piano si trovano la mensa e le camere dentro le quali gli ospiti possono riposare e trovare riparo dalle difficoltà affrontate durante il giorno.

Corridoio

Il corridoio rappresenta la via di accesso alla mensa e alle camere degli ospiti, nonché alla stanza videoludica e quella adibita alla preghiera.

Mensa

Il momento di consumazione del pasto è quello di maggiore convivialità e scambio tra gli ospiti ma non solo, un operatore serve i pasti agli ospiti, spesso aiutato dai volontari, i quali oltre a questo tipo di servizio conversano con gli ospiti stringendo relazioni reciproche arricchenti sul piano sia personale che umano.

Sala Videoludica

La sala videoludica consente agli ospiti di trovare un momento di svago guardando un po' di televisione oppure leggendo un libro scegliendo tra i titoli della biblioteca. Tutto ciò vuole essere un piccolo sollievo dopo la dura giornata che la maggior parte degli ospiti trascorrono.

Letti

Sono circa 24 i posti disponibili all'interno della struttura, tra letti a castello, brandine ecc. Questo numero, però, in particolari situazioni (emergenze varie tra cui l'emergenza freddo ecc.) riesce ad essere gestito anche quando viene superato.


Vuoi diventare volontario?








Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi